Lettera di Lama a Neno Coldagelli sul referendum del 1984

Quando nel 1984 la direzione del Partito comunista italiano decise di sostenere il referendum, promosso da Democrazia proletaria, per l’abrogazione del decreto sulla scala mobile Lama si pronunciò contro, ma poi andò a firmare la richiesta di referendum al banchetto di una festa dell’ Unità. Fu lui a parlare a San Giovanni al termine della grande manifestazione del 24 marzo 1984, promossa dalla Cgil e osteggiata dalla minoranza socialista.

Ma già allora la prima preoccupazione di Lama era quella di ricucire le profonde lacerazioni all’interno della confederazione da lui guidata e con Cisl e Uil. E’ eloquente questa lettera, conservata nel nostro Archivio storico, che Lama indirizzò al segretario della Cgil Lazio, Coldagelli, all’indomani della manifestazione del 24 marzo.